Sobrietà e toni sommessi

La filosofia per Epicuro deve farci capire quali possono essere le conseguenze di ogni nostra azione e ci insegna a non desiderare altra felicità se non quella che si può ottenere senza calpestare la dignità altrui. Per questo e soprattutto perché disapprova l’eccesso nei piaceri, Epicuro insegna la sobrietà e la temperanza come uno stile di vita che ci può davvero salvare (perché “si ricordi che il futuro non è né nostro né interamente non nostro…”).
In questo periodo di crisi economica mi domando se non sia il caso di ritrovare sobrietà, equilibrio, moderazione, soprattutto toni sommessi.
Per questo “non bisogna rovinare il bene presente col desiderio di ciò che non si ha, ma occorre riflettere che anche ciò che si ha lo si è desiderato. Niente basta a chi non basta ciò che è sufficiente. La scontentezza dell’anima porta l’uomo a desideri eccessivi.”
L’essenza della vita non è avere più cose possibili, ma stare assieme agli altri liberandoci di tutto ciò che è superfluo. La società dell’opulenza e dell’abbondanza ci ha riempito di oggetti, ma ci ha reso più poveri di relazioni…
Quindi: “Non fingere di essere saggio, ma sii saggio davvero: non abbiamo bisogno di apparire sani, ma di esserlo veramente.”

Tag:

Una Risposta to “Sobrietà e toni sommessi”

  1. Caro SeedHarta, da chi posso ispirarmi per essere più sobrio? | Le Risposte del Sole Says:

    […] Timore e Tremore si parla di sobrietà e di molto […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: