Tenere raccolta la propria vita

La forza di Socrate era quella di non sentirsi schiavo del futuro, di tenere raccolta la propria vita. Forse perché il suo obiettivo era soprattutto meditare, prestare attenzione e prendersi cura del presente…
Albert Einstein
diceva che lui non pensava mai al futuro perché il futuro arriva troppo presto.
“Il futuro influenza il presente tanto quanto il passato”, diceva Nietzsche.
Per l’astrofisico Giovanni Bignami fra cinquant’anni sarà tutta un’altra musica… Andremo su automobili che si guidano da sole evitando multe e incidenti grazie a una rete di microsensori. Mangeremo carne prodotta in laboratorio senza bisogno di uccidere animali. Prenderemo tutta l’energia che ci serve dal centro della Terra dicendo finalmente addio a carbone e petrolio. Non si avranno più soldi in tasca, ma si girerà con un chip sottocutaneo collegato al conto corrente e la sera si scaricherà il cervello su una chiavetta, come quando oggi facciamo il backup del telefonino per non perdere i dati della rubrica…
Ma mi domando: riusciremo anche a tenere finalmente raccolta la nostra vita?

Tag: , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: