Altissima povertà

Tra il IV e il V secolo dell’era cristiana nasce un certo tipo di letteratura che pare non avere precedenti nel mondo classico, quella delle regole monastiche. Tutto l’insieme dei testi che la tradizione classifica è talmente composito e difforme non solo per quanto riguarda le dimensioni e la presentazione, ma soprattutto per i contenuti, che sono diversi fra loro per le questioni riguardanti l’interpretazione delle Scritture, l’edificazione spirituale dei monaci oppure per enunciazioni di precetti e divieti.
Le regole monastiche non sono, almeno a prima vista, opere giuridiche, sebbene pretendano di regolare la vita di un gruppo di individui. Non sono nemmeno narrazioni storiche, anche se qualche volta sembrano trascrivere il modo di vita e le consuetudini dei membri di una comunità. Non sono agiografie, malgrado si confondano a volte a tal punto con la vita del santo o dei Padri fondatori, da presentarsi come la sua registrazione in forma di exemplum o forma vitae della vita monacale in forma narrativa.
Nonostante il loro scopo ultimo sia indubbiamente la salvezza dell’anima secondo i precetti del Vangelo e la celebrazione dell’ufficio divino, le regole non appartengono alla letteratura e alla pratica ecclesiastica, da cui prendono, senza polemica, ma in modo fermo, le distanze. Non sono, insomma, hypomneumata oppure esercizi di etica…
A dispetto di tutto ciò la loro preoccupazione più urgente è proprio quella di governare la vita e i costumi degli uomini, tanto singolarmente che in modo collettivo…
Forse la forma di vita francescana è il fine di ogni vita, il modus ultimo. E l’altissima povertà, col suo uso delle cose, è la forma-di-vita che inizia quando ogni forma di vita dell’Occidente è giunta alla sua consumazione storica…
Esplicativo e brillante Giorgio Agamben.

Twitter:@marcoliber


Giorgio Agamben

Altissima povertà
Collana La quarta prosa
Neri Pozza
2011

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: